Accesso ai servizi

Mercoledì, 13 Marzo 2019

IMPOSTA UNICA COMUNALE: ALIQUOTE E SCADENZE 2019



IMPOSTA UNICA COMUNALE: ALIQUOTE E SCADENZE 2019


di seguito si ribadiscono gli aspetti più rilevanti in materia di IMU e TASI  riconfermati per il corrente anno d'imposta

 Abitazioni concesse in comodato ai parenti

 Anche per l’anno 2019 è prevista la riduzione del 50% della base imponibile IMU e TASI purché siano rispettate

contemporaneamente  le seguenti condizioni:

 

  • il comodato deve essere fra parenti in linea retta di primo grado (genitori-figli);
  • l’immobile oggetto di comodato non deve essere di lusso, quindi non deve appartenere ad una delle seguenti categorie catastali: A1/A8/A9;
  • il contratto di comodato deve essere regolarmente registrato (ciò comporta un onere di € 200,00 per la registrazione più euro 16,00 di marche da bollo per ogni quattro pagine di contratto;
  • il comodante deve risiedere nello stesso Comune del comodatario, quindi genitori e figli devono risiedere nello stesso Comune.
  • Il comodante NON deve possedere altre abitazioni in tutto il restante territorio nazionale (quindi deve possedere solo la propria abitazione e quella concessa in comodato)

 Terreni agricoli

 Anche per l’anno 2019 perdura l’esenzione per i terreni presenti nei seguenti fogli di mappa: 1-3-9-10-11-17-18-19-20-21-22-26-27-28-29. Inoltre è confermata l’esenzione per i restanti terreni purché posseduti e condotti direttamente dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali (IAP), iscritti nella previdenza agricola.

  

Esenzione TASI abitazione principale e quota inquilino

 

E’ confermata la cancellazione della TASI sull’abitazione principale operante già dall’anno d’imposta scorso come del resto è confermata l’abolizione del pagamento della quota a carico dell’inquilino o comodatario, purché da esso utilizzata come abitazione principale.


Documenti allegati: